avvisiparroc

gparrocchial

messe

S. Messa in lingua spagnola celebrata da P. Angelo per la comunità latinoamericana.
E' seguito il pranzo condiviso fraternamente e un momento di incontro per lo scambio degli auguri ! 

 

La nostra Parrocchia è dedicata a Santa Maria Immacolata.

Oggi, 8 dicembre, Solennità dell'Immacolata Concezione, è per noi una giornata speciale. Inoltre quattro Sorelle appartenenti alla Congregazione delle Suore Orsoline del Sacro Cuore di Gesù hanno rinnovato i loro voti, simbolo dell'impegno d'Amore: auguri a Suor Maria Cristina, a Suor Maria Elvira, a Suor Maria Santina e a Suor Maria Ausilia!

Durante la celebrazione, il Parroco ha invitato tutti noi a riflettere sulla grandiosa bellezza di questa giornata: Gesù ha scelto di avere una Madre, e non certo una madre qualunque. Ha scelto “la Madre”, l'unica creatura immune dal peccato originale e Piena di Grazia. È Maria che permette l'ingresso del Salvatore nel mondo, è lei che partecipa alla passione e alla vittoria di Cristo sul peccato.

Il dogma dell'Immacolata Concezione fu proclamato da Papa Pio IX l'8 dicembre 1854, ed è strettamente collegato alle apparizioni di Lourdes, che avverranno quattro anni più tardi, come a conferma di quanto sancito in precedenza dalla Chiesa. Molti di noi confondono l'Immacolata Concezione con il concepimento verginale di Gesù da parte di Maria, ma non si tratta per niente della stessa cosa. Gesù fu certo concepito senza peccato, ma la Solennità di oggi riguarda in realtà il peccato originale, che tocca ciascun essere umano, e non la Madre di Dio. Maria, concepita senza colpa, non ha bisogno di essere liberata dal peccato originale; noi sì, e questo avviene attraverso il sacramento del Battesimo. Il fascino del peccato però rimane sempre nella nostra vita, pronto a distrarci da Dio.

Maria non cede alle tentazioni, mai. Maria con Gesù vince Satana. Maria è al contempo Madre, Figlia, Sposa, Serva, Mediatrice e Corredentrice del genere umano; è esempio vivo ed eterno per chiunque voglia anche solo tentare di vivere la propria vita secondo la legge dell'Amore.

Gesù, durante la Passione, ha voluto che sua madre gli fosse vicino ai piedi della Croce, e dalla Croce ha donato Maria ad ognuno di noi come Madre. Non esitiamo ad affidarci a Lei, ad accoglierla nella nostra vita.

Domenica 18 gennaio 2015, nella nostra Chiesa, durante la Messa parrocchiale delle ore 10.30, si è tenuta la Giornata Diocesana del Migrante e del Rifugiato dal titolo "Chiesa senza frontiere e Madre di tutti".
La celebrazione è stata presieduta dal nostro Parroco e concelebrata da don Giorgio Pizzo, direttore Migrantes della nostra diocesi.

migrantes migrantes1