avvisiparroc

gparrocchial

messe

Forse gli ascoltatori si sono tanto scandalizzati ma non credo che Myriam sia rimasta offesa. Chi più di Lei ha praticato la vita di fede, chi più di Lei ha creduto in Dio al quale tutto è possibile? Questa Donna non avrebbe potuto concepire Gesù se non avesse avuto, come principio della sua vita, la Volontà di Dio. Myriam e Gesù (solo loro) sanno che in questo preciso momento e con queste sue precise parole, in modo sconosciuto agli ascoltatori, Gesù dona a Lei il riconoscimento divino di vera Madre, perché Lei ha offerto la sua vita alla Volontà di Dio Padre nel momento stesso dell’incarnazione.

Myriam sa, interiormente è consapevole di essere legata a Gesù da un vincolo superiore a quello del sangue, da un vincolo soprannaturale, e proprio per questo la morte di suo Figlio in croce trapasserà così dolorosamente l’anima sua (un dolore spirituale a noi assolutamente inimmaginabile), quell’anima così perfettamente e spiritualmente unita all’anima di suo Figlio. La Madre di Gesù sapeva benissimo che aveva meritato d’esser Madre di Dio per il suo Fiat alla Volontà di Dio (Myriam ha concepito per opera dello Spirito Santo perché ha creduto a Dio e così è diventata la Madre di Gesù). Dobbiamo riconoscere che Gesù loda sua Madre (al momento, lo ripeto, lo capivano solo loro due) perché sa che sua Madre esegue perfettamente la volontà del Padre e che lo farà con costanza fino ai piedi della croce.

Anche l’evangelista Luca racconta (in un altro momento) che, mentre Gesù parlava, una donna disse: «Beato il ventre che ti ha portato e il seno da cui hai preso il latte!». Ma egli disse: «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano» (Lc 11, 27-28).

Myriam sapeva che l’essere Madre di Gesù era una grazia di cui non le era lecito gloriarsi. Sapeva che il Padre l’aveva scelta fra milioni e milioni di donne e l’aveva creata senza macchia. Sono convinto che se Dio avesse voluto, e Myriam sicuramente lo sapeva, avrebbe potuto venire nel mondo da uomo adulto, senza passare attraverso il grembo di una donna, così come è salito in cielo senza l’aiuto di una donna. Sì, Gesù avrebbe potuto anche venire nel mondo senza nascere da una donna, ma Dio ha preferito scegliersi una madre.

I Vangeli parlano di Myriam che meditava, custodiva nel suo cuore le parole di Gesù, meditava nel suo profondo gli avvenimenti di Dio per capire quale era la Sua volontà.
continua